LA FRUTTA AMICA O NEMICA DELLA LINEA?

Che la frittura non fosse amica della linea lo sapevamo, e sapevamo anche che il consumo di alcolici si va’ a depositare sui fianchi, così come gli eccessi a cena, ma forse non sapevamo che anche la frutta può diventare un nemico temibile se non gestita adeguatamente e se non scegliamo la frutta giusta per la nostra alimentazione; a dirlo sono tanti nutrizionisti e dietisti che non dicono NO alla frutta ma ne selezionano la qualità la quantità e i momenti della giornata per consumarla. Iniziamo con lo sfatare alcuni frutti che per antonomasia sono definiti “DIETETICI”:

ANANAS: 17 gr di zucchero a porzione

MANGO: 22 gr a porzione

UVA: 16 gr a porzione

Sicuramente non è indicato consumare la frutta dopo i pasti, ma limitiamoci a consumarla durante gli spuntini a metà mattina e a metà pomeriggio, ricordiamoci che le quantità sono importanti quindi non illudetevi che siccome è frutta potete mangiare 2 mele per volta! anch’esse molto zuccherine e con una buona dose di carboidrati!

La frutta secca è consigliata se associata ad un’alimentazione ipocalorica e a una sana attività fisica, mandorle, noci e la frutta secca in genere apportano un buon tasso di energia e di calorie ma consumiamole con precauzione; invece diciamo assolutamente no al la frutta sciroppata, ricca di zuccheri aggiunti e di conservanti; diciamo sì ai frullati quando sappiamo esattamente cosa contengono e se vengono preparati al momento, scegliamo degli smoothies con maggiore verdura rispetto alla frutta, non facciamoli zuccherare e consumiamoli nell’arco della mattinata, il frullato in base alla sua preparazione a parità di calorie potrebbe sostituire un pasto; detto tutto questo SI ALLA FRUTTA PERCHE’ APPORTA AL NOSTRO ORGANISMO VITAMINE SALI MINERALI E TANTO ALTRO, MA IMPARIAMO A SCEGLIERLA E IMPARIAMO A MANGIARLA!!

Deborah Cannas