Seleziona una pagina
LA VITAMINA C

Le cause che possono provocare un deficit di vitamina C nell’organismo sono: una alimentazione povera di frutta e verdura, uno stile di vita sregolato: fumo, gas e inquinamento, farmaci, stress, freddo e squilibri di minerali, tutto questo porta ad un depauperamento della vitamina C. Una continua carenza di questa vitamina nella dieta aumenta la gravità e la durata di raffreddori, infezioni e malattie croniche. I sintomi più comuni ed evidenti di un deficit di vitamina C sono affaticamento, anemia, dolori articolari, aumento del rischio cardiovascolare.

Gli alimenti in cui possiamo trovare un elevato contenuto di vitamina C sono frutta e verdura fresche, (bacche, lamponi, more), ciliegie, fragole, ananas, kiwi e agrumi, cavoletti di Bruxelles, cavolfiori, peperoni, cavoli, spinaci, sedano e prezzemolo. È una vitamina termolabile quindi è preferibile consumare cibi crudi: se gli alimenti che la contengono vengono lavorati può ossidarsi o perdersi a contatto con l’ossigeno, in presenza di temperature elevate o al contatto con l’acqua di cottura.  Gli alimenti cotti e le spremute fresche dovrebbero essere consumati entro breve tempo dalla preparazione. La vitamina C può essere assunta anche sotto forma di integratori.

La vitamina C combatte l’azione deleteria dei radicali liberi. In soluzione acquosa funziona come antiossidante, che agisce da spazzino di radicali liberi; è altamente antiossidante e sostiene moltissimo il sistema immunitario, ci protegge da influenze batteri e regola il metabolismo epatico.

Dal punto di vista estetico rivolto alla pelle, tutto questo si traduce in una buona ossigenazione e sicuramente in un aspetto della pelle decisamente rinnovato e luminoso! Quindi buona spremuta a tutti!!

Deborah Cannas